Una fantastica spiaggia sempre piú apprezzata da kiters e appassionati in Italia e in Europa.
 
Le condizioni meteo sono quasi sempre favorevoli, a causa della conformazione orografica del luogo, il “vento di Canale”  è il vento termico dominante tutto l’anno all’interno dell’area dello Stretto di Messina. La particolare ventilazione, si produce all’imboccatura nord dello stretto, poco a sud dalla parte più stretta della costa, le brezze termiche da Nord del basso Tirreno si incanalano nello stretto acquistando velocità. La massa d’aria una volta inserita nel corridoio orografico, tra i Peloritani e l’Aspromonte, crea una ventilazione, che si apre a ventaglio per poi arrivare al lato meridionale dello stretto verso lo Ionio. Il “vento di canale”  spesso si genera nel periodo che va da Maggio a Settembre, ed è capace di garantire il bel tempo, con cieli in genere sereni o poco nuvolosi. Infatti spesso su Messina e Reggio piove, ed invece a "punta Pellaro" il cielo è sereno e il vento costante. 
La cornice splendida dello Stretto di Messina con la Sicilia e lo spettacolo dell’Etna a pochi chilometri, fanno di questo spot un paradiso per rider e fotografi.
E’ uno spot dove, chi cerca vento per imparare, migliorare o semplicemente godere di tutti gli sport eolici, non può non frequentare almeno una volta.
Punta Pellaro ha potenzialità enormi, a nord della spiaggia, da dove si “decolla”, c’è il golfo dell’aeroporto sicuro e sempre coperto dal vento da nord, adatto sia ai veloci windsurf e kiterace, che alle manovre freestyle.
La location si presta anche per svolgere attività velica classica.
Non ci sono problematiche di spazio insufficiente.
La nostra scuola "Kiteloop" è sita sullo spot e confina con la spiaggia della riserva naturale di Punta Pellaro. Il vento generalmente è side mura a dritta, ma risalendo qualche centinaia di metri la geometria della costa fa si che si possa uscire side on con un angolo di 100 gradi circa, quindi sicurezza al 100%. La spiaggia a sud della “Punta” è veramente incontaminata, sabbia finissima, bellissimi gigli marini, acqua cristallina con colori che riprendono il celeste del cielo e l’azzurro delle profondità marine, tanto da essere ribattezzata “Piccolo Brasile”. Non è difficile imbattersi in delfini che accompagnano i kiters o windsurfer nelle planate, in tartarughe che fanno rotta verso nord ed anche spesso in pesci luna.
Come appena detto Il miglior vento che possiate trovare a Punta Pellaro è la tipica “boria” vento da nord che quasi sempre si somma al "vento di Canale", oltre al Libeccio, e grazie alla posizione dello spot entrano entrambe side e abbastanza forti. I venti presenti sono molto costanti nel periodo aprile – settembre, mentre in inverno, causa perturbazioni, possono risentire in stabilità.
Le temperature sono miti, e anche nei periodi più freddi non si scende mai sotto i 14 gradi che usando una muta invernale si affronta più che agevolmente.
La corrente marina è presente spesso e di forte intensità. Nel caso si dovesse perdere la tavola, bisogna essere abili in body drag in quanto spesso contraria al vento.
La corrente crea una variante di condizioni di onda straordinarie, spostandosi di circa duecento metri, si possono trovare condizioni di onda o mare piatto… !! .
La nostra scuola di kitesurf e windsurf ha una lunga esperienza ed ha avviato al kite allievi di tutte le età sfruttando al massimo il vento sempre presente. I risultati si ottengono in max 5/6 giorni. Il sottoscritto (Fabio) e Nino (il mio socio) sono (a detta di tutti) due autorità assolute. Noleggio attrezzature, pratica di wakeboard, escursioni in montagna.
Il circolo "KatanHouse" dove è domiciliata la scuola "Kiteloop" è munito di parcheggio sullo spot e tutti confort utili ai velisti, nonché riparazioni attrezzature e non ultimo il soccorso in mare.